VICENZA - VICENZA-BIONDE

Vai ai contenuti

Menu principale:

BIONDE

Vicenza - Piazza dei Signori
così chiamata perchè vi sorgeva il Palazzo della Signoria o del Podestà e quello del Capitanio, e forse anche perchè rappresentava il luogo di ritrovo dei nobili cittadini in occasione delle feste, è uno dei gioielli di Vicenza, probabilmente il più prezioso, assieme a La Rotonda ed il Teatro Olimpico certamente il più conosciuto e apprezzato nel mondo. All’inizio del 500, in quello che fu il secolo del Palladio, la Piazza fu in gran parte pavimentata, per essere poi lastricata completamente nei secoli successivi fino ad assumere verso la metà dell’800 l’aspetto attuale. Assieme alla meravigliosa Basilica Palladiana, che sorge sul lato meridionale della piazza, e che fu il primo incarico pubblico di Andrea Palladio, assegnato nel 1549 e conclusosi nel 1617 ben dopo la sua morte, la piazza rappresenta il cuore della città. Per la sua costruzione fu impiegata la pietra bianca delle cave di Piovene, e il Palladio volle come partner del progetto il suo primo maestro e mentore, quel Giovanni da Pedemuro che lo prese a bottega, giovanissimo, come umile tagliapietre. Il portico della Basilica accoglie una scala gotica che porta al piano superiore e al vastissimo salone: a metà della scala si può osservare la marmorea "bocca della verità", una feritoia dove si depositavano le denuncie anonime del tempo contro gli appestati. Dal piano superiore si può godere di una splendida vista delle tre piazze sottostanti, oltre a quella in oggetto anche Piazza delle Erbe e Piazzetta Palladio, mentre l’accesso al terrazzo sovrastante è di norma non consentito, salvo alcune eccezioni. Il tetto della Basilica andò quasi completamente distrutto da un incendio durante i bombardamenti della seconda guerra mondiale, e fu in seguito ricostruito fedelmente utilizzando una copertura di rame.

PARTICOLARE DELLA BASILICA PALLADIANA
TORRE BISSARA E BASILICA PALLADIANA
BASILICA PALLADIANA E TORRE BISSARA

La Torre Bissara
La Torre di Piazza, alta 82 metri, risalente al 1200 in origine apparteneva alla famiglia dei Bissari, la quale di li a poco la cedette al Comune. Durante la dominazione della Serenissima Repubblica, vi fu collocato il Leone di San Marco, e nel 1444 la torre fu completata con l’innesto del pinnacolo. È la torre più alta della città e domina maestosamente la bella Piazza dei Signori e la meravigliosa attigua Basilica Palladiana. Le prime notizie relative alla presenza della torre risalgono al 1174, data in cui risulta costruita dalla famiglia dei Bissari accanto al proprio Palazzo di città. Ma il complesso diventa ben presto monumento pubblico: tra il 1211 e il 1229, infatti, il Comune di Vicenza acquista torre e palazzo, destinandoli a sede del podestà. Scampata al violento terremoto del 25 gennaio 1347, verso la metà del '400 la torre Bissara viene sopraelevata dal primo ballatoio al pinnacolo ottagonale, raggiungendo così l'altezza attuale di 83 metri. Come dimostra la ricerca storica compiuta in occasione del restauro, non manca, nei secoli, l'impegno assiduo dell'amministrazione comunale nei confronti della torre, con interventi di restauro, di arricchimento con fregi e decorazioni, con la collocazione di reliquie e di campane, con le cicliche riparazioni dell'orologio: del resto il crollo della cupola, si legge in un documento del 1556, avrebbe comportato "grave danno et vergogna della città". Valori volumetrici e spaziali si bilanciano con largo equilibrio nella piazza, sulla cui distensione orizzontale scatta il nervoso verticalismo della Torre.


Le due Colonne di Piazza
Ai piedi della torre sorgono le due Colonne di Piazza, che separano Piazza dei Signori da Piazza delle Biade. La Colonna del Leone, posta nel 1464, fu danneggiata nello stesso bombardamento che colpì la Basilica nel 1945, e quella che si può vedere oggi è solo un restauro dell’originale. La Colonna del Redentore è invece del 1640, disegnata dall’architetto Pizzocaro sul modello di quella del Leone. In fondo due colonne veneziane, l'una con il leone di San Marco e l'altra con la statua del Redentore, separano la piazza dei Signori dall'attigua piazza della Biava.


LE COLONNE DI PIAZZA
 
Copyright © 2017 by A.S.D. U.S. Bionde - P.IVA: 01587220235 - Oggi è il: 08/04/2017 - Sono le ore:
Cerca
Torna ai contenuti | Torna al menu