65^ EDIZIONE - 2009 - VICENZA-BIONDE

Vai ai contenuti

Menu principale:

ARRIVI

Uno straordinario Alessandro Mazzi
conquista la 65^ Vicenza-Bionde

Bionde, 19 Aprile 2009 - servizio di Andrea Fin di ciclismoweb.net


Il tempo delle grandi classiche ha reso unica la storica Vicenza-Bionde, che da 65 anni si ripete uguale e sempre diversa sulle strade delle province di Vicenza e Verona; pioggia, vento e freddo hanno ispirato i più coraggiosi del gruppo, tra figurano di certo i nomi di Alessandro Mazzi e Travis Meyer, autori di una memorabile fuga di 150 km.

La vittoria alla fine ha premiato solo uno, il veronese Alessandro Mazzi (Zalf Deisrèe Fior), anche se la palma del migliore l'avrebbe meritata pure il "canguro" Meyer, splendido protagonista di una gara sempre viva ed affascinante; scattati con altri nove compagni di fuga, in vista delle prime rampe della Priabona, Mazzi e Meyer pensavano di correre una Vicenza-Bionde al servizio dei propri sprinter, la vittoria restava nei loro pensieri ma solo come un desiderio, un flebile sogno alimentato a forza di pedalate con il passare dei chilometri.

La fuga dei migliori si amplia attorno al cinquantesimo chilometro, in vista dell'uscita dalla provincia di Vicenza, per fare posto ai contrattaccanti che portano a 23 gli uomini al comando; il gruppo sonnecchia, etichettando prematuramente la fuga come una classica azione delle prime ore, destinata a spegnersi in vista del traguardo. Le curve del Roccolo mettono le ali a Mazzi e Meyer, mentre dietro le carte si rimescolano, riaprendo i giochi per la vittoria.

Il veronese di Valeggio e l'australiano transitano per primi in piazza Brà, ricevono gli applausi della folla scaligera e sembrano doversi accontentare di questo con il loro vantaggio che scende velocemente verso quota zero; a mettere il bastone negli ingranaggi di una storia che sembrava già scritta è il maltempo. Pioggia e vento rendono tutto indecifrabile, e l'azione di Mazzi e Meyer riprende fiato volando ad oltre un minuto di vantaggio sul gruppo.

La veloce discesa verso la bassa veronese sembra rappresentare l'epilogo della fuga dei due battistrada e invece ad assottigliarsi è il plotone degli inseguitori che continua a perdere pezzi e terreno dalla testa della corsa; Mazzi e Meyer stringono i denti, si danno cambi regolari e non si voltano indietro, al suono della campana il loro vantaggio si aggira ancora attorno al minuto e per gli inseguitori questo ritardo equivale ad un "Game Over" grande come una casa.

Bionde, abituata da sempre ad applaudire sprint affollatissimi, accoglie con calore i due fuggitivi con lo sprint del veronese Mazzi che gli consente di inanellare il bis stagionale dopo aver conquistato, sempre sotto la pioggia, la Piccola Sanremo; "Sono andato in fuga pensando di agevolare Modolo e Benfatto e invece con il passare dei chilometri ho sentito che stavo bene e non ho esitato ad allungare; Meyer è stato straordinario, e siamo arrivati sino al traguardo." Il prossimo obiettivo per Mazzi ha un solo nome, proprio come quello di Meyer, sabato si correrà a Roma il Gp Liberazione e i due vorrebbero giocarsi la rivincita a due passi dal colosseo.

"Questi ragazzi hanno reso la Vicenza - Bionde una classica simile a quelle del nord" ha detto il presidente dell'Us Bionde, Filippo Scipioni, complimentandosi con gli atleti "Hanno compiuto un'azione eroica, meritano tutti gli applausi dello splendido pubblico di Bionde che, nonostante la pioggia, è venuto qui numerosissimo."

Link al sito www.ciclismoweb.net con altre info sulla gara:

65^ VICENZA-BIONDE
ORDINE D'ARRIVO

CL

NOMINATIVO

SOCIETA' SPORTIVA

PROV.

1

MAZZI ALESSANDRO

G.S. ZALF DESIREE FIOR
Km 170 in 3.57.05 alla media di Km. 43,023

TV

2

MEYER TRAVIS

NAZIONALE AUSTRALIANA

AUS

3

GOMIRATO DAVIDE

G.S. ZALF DESIREE FIOR

TV

4

RODRIGUES MONTEIRO GIDEONI

MX3 PUROS - FAPU - MANTOVANI

RO

5

BUTTAZZONI ALEX

CYCLING TEAM FRIULI

PN

6

BERTAZZO OMAR

G.S. BOTTOLI RAMONDA NORDELETTRICA

PD

7

MATEWS MICHAEL

NAZIONALE AUTRALIANA

AUS

8

BONAN MARCO

MORO - SCOTT - BYCICLE LINE

TV

9

BENFATTO MARCO

G.S. ZALF DESIREE FIOR

TV

10

DUGANI FLUMIAN LUCA

G.S. BRISOT CARDIN BIBANESE

PD

 

SEGUONO I NUMERI:

132-125-38-48-163-88-108-97-23-81-177-165-51-34-64-52-35-117-149-142-124-39-150-75-145-3-179-7-5-84-11-96-205-50-143-66-53-4-107-101

L'arrivo vittorioso di Alessandro Mazzi
Foto: Renato Malaffo
Il podio con il vincitore Alessandro Mazzi, il secondo Travis Meyer (Naz.le Australiana) e Davide Gomirato. Miss corsa 2009 Viola Isoli con il presidente Filippo Scipioni ed il Vice Fabiano Fadini.
Mazzi e Gomirato la coppia Zalf sul podio
La giuria al completo, grazie a tutti da parte dell'U.S. Bionde
Viola Isoli, 22 anni, miss corsa 2009 - Studentessa universitaria (a pieni voti) in lingue straniere.
Davide Gomirato, bagnato fradicio ma felice per la vittoria di squadra ottenuta dalla Zalf Euromobil Fior
Miss Corsa Viola Isoli con Svetlana, un'amica di nazionalità moldava.
 
Copyright © 2017 by A.S.D. U.S. Bionde - P.IVA: 01587220235 - Oggi è il: 08/04/2017 - Sono le ore:
Cerca
Torna ai contenuti | Torna al menu